Anticorpi contro il Parkinson

Sostieni la ricerca del Centro Dino Ferrari

Anticorpi contro il Parkinson al Policlinico di Milano – Centro Dino Ferrari

Il gruppo disturbi del movimento del centro Dino Ferrari guidato da Alessio Di Fonzo sta reclutando in queste settimane pazienti con recente diagnosi di malattia di Parkinson per partecipare ad una sperimentazione clinica che prevede la somministrazione di un anticorpo monoclonale diretto contro l’alfa-sinucleina.

L’alfa-sinucleina è la proteina che si accumula in modo patologico nei neuroni dei pazienti con Parkinson ed è probabilmente una delle cause della perdita neuronale che si osserva questa patologia. L’anticorpo avrebbe la capacità di ridurre gli accumuli patologici di alfa-sinucleina allo scopo di rallentare la neurodegenerazione.

I pazienti, per essere candidabili allo screening iniziale, devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Età da 40 a 80 anni
  • Devono essere passati al massimo 3 anni dalla diagnosi di malattia di Parkinson
  • Non devono avere assunto terapia con farmaci anti-parkinsoniani per più di 30 giorni in totale

I pazienti con malattia di Parkinson possono già beneficiare di un ricco armamentario di farmaci sintomatici, cioè di farmaci che riducono i sintomi parkinsoniani e che migliorano in modo rilevante la qualità di vita. Tuttavia, al momento, non esiste una terapia che fermi – o anche solo rallenti – la progressione di malattia. Questo nuovo farmaco, se dovesse dimostrarsi efficace, potrebbe invece agire sui meccanismi neurodegenerativi alla base della patologia e modificarne la storia naturale, nella prospettiva di trovare finalmente “la cura” per il Parkinson.

Edoardo Monfrini

Medico specializzando in Neurologia

Gruppo Parkinson e altri disturbi del movimento

Sostieni la ricerca del Centro Dino Ferrari

Rimani aggiornato, iscriviti alla nostra

Newsletter